La presenza negli eventi, nuovi incarichi e modelli internazionali

La carica delle donne. Approcci e visioni per l’architettura e l’ingegneria di domani

Paola Pierotti, PPAN
23. settembre 2020
Immagine di ©PPAN

La carica delle donne. Ha puntato sulla presenza femminile la quarta edizione della Milano Arch Week (18-20 settembre 2020), la manifestazione dedicata all’architettura, alle trasformazioni urbane, agli spazi di cittadinanza e al futuro delle città con la direzione artistica di Stefano Boeri, Presidente di Triennale Milano, e il contributo scientifico del Politecnico di Milano. Tra le grandi protagoniste dell’architettura internazionali anche Izaskun Chinchilla (Spagna), Odile Decq (Francia), Elizabeth Diller (Diller Scofidio + Renfro, USA), Lina Ghotmeh (Libano/Francia), Momoyo Kaijima (Atelier Bow-Wow, Giappone), Anupama Kundoo (India), Benedetta Tagliabue (Italia/Spagna) e Martha Thorne (Spagna).

Sulla stessa onda anche SPAM, il festival dell’architettura promosso dall’Ordine degli Architetti di Roma (in programma dal 9 al 16 ottobre 2020) per il quale hanno confermato la loro presenza tra gli altri anche Teresa Sapey (Spagna), Patricia Viel (Italia), Fernanda Fragateiro (Portogallo), Monika Schultz (Germania), Barbara Tirone di Epfl (Svizzera) e Ute Scneider di KCAP (Svizzera/Germania).

L’Ordine degli Architetti di Milano ospiterà invece due serate con un focus sul contributo delle donne nell’architettura contemporanea, dedicando attenzione all’esempio svizzero e finlandese. L’appuntamento è per due giovedì, 1 e 15 ottobre, in Webinar e Facebook Live. Questa iniziativa, promossa dalla Fondazione dell’Ordine degli Architetti, è curata da Arianna Callocchia, e si pone l’obiettivo di presentare il ruolo e l’importanza che le donne rivestono nell’architettura, creando altresì un’occasione di confronto, scambio professionale e dialogo costruttivo tra la realtà italiana e quella internazionale svizzera e finlandese. Un’occasione per presentare uno specifico approccio e una filosofia progettuale rispetto ai temi della sostenibilità ambientale, dell’innovazione tecnologica, della riqualificazione edilizia e del rapporto con il contesto storico, culturale e urbano. Questa iniziativa è stata tra l’altro inserita nel palinsesto “I talenti delle donne” promosso dal Comune di Milano e dedicato alle protagoniste del pensiero creativo, alle figure esemplari del passato e alle molte testimoni di oggi nel mondo dell’arte, della cultura, dell’imprenditoria, dello sport, della scienza. La vocazione di questo programma è multidisciplinare e inclusiva e le moltissime iniziative accolte – pervenute dall'intero tessuto culturale cittadino – propongono linguaggi e approcci diversi offrendo una pluralità di voci sul tema.

 

Aalto University School of Business, Otaniemi Espoo, Finlandia. Progetto di Verstas. Foto di Andreas Meichsner

Panel al femminile anche per la giornata di chiusura dell’evento All Around Work (6-8 ottobre 2020) che conta tra gli altri ospiti Barbara Carron (Gruppo Carron Costruzioni Generali), Simonetta Cenci, Assessore all’Urbanistica e ai Progetti di riqualificazione del Comune di Genova, Chiara Bassi (WeWork), Cristiana Cutrona (Revalue), Daniela Dafarra (Principioattivo), Federica Gerosa (Genius Loci Architect), Ilaria Pagano (Base Interiors), Raffaella Razzini (Fabric), Monica Tricario (Piuarch) e Francesca Zirnstein, direttore Scenari Immobiliari.

Iniziative promosse da Nord a Sud, da istituzioni e associazioni, che si vanno ad affiancare a un elenco di donne che a partire dagli ultimi mesi ricoprono cariche rilevanti nel nostro Paese, portando all’attenzione i temi della cultura connessi con quelli della rigenerazione urbana: una di queste è Margherita Guccione, Direttore Generale Creatività Contemporanea (DGCC) del Ministero per i Beni e le Attività Culturali e per il Turismo (MiBACT), già direttore del MAXXI Architettura di Roma.Sul tema del sociale – e più in generale del benessere – è la professoressa Filomena Maggino a guidare la Cabina di regia Benessere Italia, l'organo di supporto tecnico-scientifico al Presidente del Consiglio nell’ambito delle politiche del benessere e della valutazione della qualità della vita dei cittadini. Il suo compito è quello di monitorare e coordinare le attività specifiche dei Ministeri, assistere le Regioni, le Province autonome e gli Enti locali nella promozione di buone pratiche sul territorio ed elaborare specifiche metodologie e linee guida per la rilevazione e la misurazione degli indicatori della qualità della vita. Questa Cabina di regia, peraltro, ha il compito di sostenere, potenziare e coordinare le politiche e le iniziative del Governo italiano per il Benessere Equo e Sostenibile (BES) e per l'attuazione della Strategia nazionale per lo sviluppo sostenibile (SNSvS), nell’ambito degli impegni sottoscritti dall’Italia con l’Agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile delle Nazioni Unite.

La Filanda, Mendrisio. Progetto di Arch.Aguet. Foto per cortesia di La Filanda

Non mancano le donne anche in ruoli chiave di società di ingegneria o architettura tecnica, come sono tra le altre Francesca Federzoni, presidente di Politecnica, Manuela Fantini, partner di SCE Project e Alessandra Romanelli, nuovo direttore della società DVision Architecture. In vista del prossimo Congresso Nazionale degli Ingegneri, in programma a Parma nel 2021, sarà un’altra donna-ingegnere, il presidente Susanna Dondi, ad accogliere e organizzare la kermesse che porterà nella capitale italiana della cultura centinaia di professionisti.

Numerose anche le professioniste che oggi ricoprono ruoli chiave nell’amministrazione delle città. Tra le altre Simonetta Cenci, architetto, direttore generale Atelier(s) Alfonso Femia, Ilaria Segala, ingegnere ed ex presidente dell'Ordine Ingegneri, Silvia Viviani, architetto ed ex presidente Inu, rispettivamente assessori all’Urbanistica delle città di Genova, Verona e Livorno. 
 

Altri articoli in questa categoria