Hubertus Pool

Geiselsberg
Hubertus pool
Foto © Alex Filz
Hubertus pool
Foto © Alex Filz
Hubertus pool
Foto © Alex Filz
Hubertus pool
Foto © Alex Filz
Hubertus pool
Foto © Alex Filz
Hubertus pool
Foto © Alex Filz
Hubertus pool
Foto © Alex Filz
Hubertus pool
Foto © Alex Filz
Hubertus pool
Foto © Alex Filz
Hubertus pool
Foto © Alex Filz
Architetti
noa* network of architecture
Indirizzo
Furkelstraße, 5, 39030 , Geiselsberg
Anno
2016
Costo
Non dichiarato
Piani
Non dichiarato

GALLEGGIANTE TRA CIELO E TERRA

L'Hotel Hubertus si trova a Valdaora, ai piedi del famoso comprensorio sciistico Plan de Corones in Val Pusteria, ad un'altitudine di circa 1350 m. L’azienda familiare è stata per gran parte ricostruita e ha perseguito un’ estensione con 16 nuove suite, una nuova cucina con ristoranti e “Stube”, una sala d’ingresso con lobby, una reception e cantina di vini, una palestra e sala relax con terrazze panoramiche. La nuova piscina lunga 25 metri è come un masso erratico incagliato tra il vecchio e il nuovo, essa mette in evidenza l'essenza dei vari lavori di ristrutturazione e di rinnovamento effettuati sull’ albergo.

La nuova facciata con tronchi di larice segue un chiaro ritmo alternato con cui noa* collega in modo coerente "vecchio e nuovo". L'aspetto omogeneo, che segue la topografia naturale del terreno, crea la base compositiva per la messa in scena della nuova piscina a sbalzo che troneggia tra stanze nuove ed esistenti, oscillando tra cielo e terra.

La piscina nuova, che si trova sopra le camere dell’edificio che godono della vista sulla valle, produce l’effetto di un macigno galleggiante grazie al suo rivestimento con piastrelle di pietra color antracite. A causa della natura cinetica dell’ acqua e ad una divisione non chiaramente definita tra edificio e acqua stessa, essa si fonde con il paesaggio circostante sfociando nell’ infinita del nulla. La piscina ricorda metaforicamente un lago di montagna immerso nello splendido scenario del paesaggio circostante: il patrimonio mondiale dell'UNESCO delle Dolomiti ...

TRA CIELO E TERRA...
Il clou del progetto è la nuova piscina che galleggia come un macigno sopra al nuovo tratto stanze. Non ci sono confini visibili e con 5 m di larghezza, 25 m di lunghezza, 1,30 m di profondità e con uno sbalzo di 17 m la piscina è concepita per non avere uguali. Con un'altezza di 12 metri nel bordo estremo il nuotatore ha la sensazione di galleggiare sopra il terreno – sospeso tra cielo e terra... L’impressione viene rafforzata dalla parete frontale e da una parte del fondo in vetro.

Progetti collegati

  • Hotel an der Spree
    Pysall Architekten
  • Hotel Alpenhof
    Ina Rinderknecht Interior Design GmbH
  • Hotel Kurpark, Engelberg
    Smolenicky & Partner Architektur
  • Hotel Paul's
    Baumschlager Hutter Partners
  • La Maddalena
    Supersymetrics

Rivista

Altri progetti di noa* network of architecture

Seehof
Naz-Sciaves
Valentin #2
Castelrotto
Ulrichshof
Bavarian forest, Germania
Apfelsauna
Saltusio
Am Steinbruch
Renon
Tofana
San Cassiano