Existenz Minimum Casa A223

Palermo
a parete tv, cosi come l’armadio contenitore in corrispondenza del tavolo, sono stati concepiti come elementi funzionali e per ovviare alle ridotte dimensioni sono incassati parzialmente nel muro per avere come ingombro sporgente all'esterno soltanto 15 cm
Photo © Studio DiDeA
Il mobile della cucina è progettato su misura per ottimizzare lo spazio: chiuso è una madia a servizio della zona giorno, aperto si trasforma in un piano cottura con quattro fuochi e lavello interamente in acciaio, e tavolo da pranzo apribile a ribalta.
Photo © Studio DiDeA
Il mobile della cucina è progettato su misura per ottimizzare lo spazio: chiuso è una madia a servizio della zona giorno, aperto si trasforma in un piano cottura con quattro fuochi e lavello interamente in acciaio, e tavolo da pranzo apribile a ribalta.
Photo © Studio DiDeA
Il mobile della cucina è progettato su misura per ottimizzare lo spazio: chiuso è una madia a servizio della zona giorno, aperto si trasforma in un piano cottura con quattro fuochi e lavello interamente in acciaio, e tavolo da pranzo apribile a ribalta.
Photo © Studio DiDeA
Gli elementi d’arredo sono stati realizzati in rovere naturale, ad eccezione del corpo scala, pensato come un unico volume funzionale e per questo realizzato interamente in ferro grigio antracite
Photo © Studio DiDeA
Per la pavimentazione del piano terra è stata utilizzata una resina grigia che riprende il carattereindustriale originario dell’immobile; mentre nella zona notte si è utilizzato il rovere naturale
Photo © Studio DiDeA
L’elemento di testata del letto, funge da parete divisoria con la cabina armadio
Photo © Studio DiDeA
L’intera zona notte è caratterizzata da un parquet in rovere naturale,
Il bagno
Arquitectos
Studio DiDeA
Ano
2017
Custo
Undisclosed
Pisos
1-5 Stories
Equipa
Nicola Andò, Giuseppe De Lisi, Emanuela Di Gaetano, Alfonso Riccio, Andrea Collodoro

Studio DiDeA ha trasformato un vecchio laboratorio artigianale in un palazzo storico nel cuore di Palermo, in un piccolo loft, una “casa origami” dove ogni cosa trova il suo posto grazie a soluzioni disegnate su misura che permettono di organizzare al meglio spazio e funzioni.

L’appartamento disposto su due livelli è caratterizzato da uno sviluppo longitudinale (3 metri x 11) e da copertura a volte a crociera.
Il progetto ha presentato una serie di difficoltà dovute principalmente alle ridotte dimensioni e allo scarso apporto di luce naturale-l'immobile prende luce soltanto da due alte finestre che si affacciano sulla corte interna.
Da qui la necessità di progettare soluzioni di arredo tagliate su misura per rendere lo spazio funzionale e confortevole, e la scelta di utilizzare materiali con tonalità chiare, che amplificassero la luce.

Dalla corte interna tramite una porta industriale in ferro finestra, si accede al piano terra dove troviamo cucina, zona giorno e un piccolo bagno.

Il corpo scala è protagonista di tutto l’ambiente : concepito come un volume funzionale che integra al suo interno la cucina inserita nel sottoscala, vira su una colorazione grigio antracite che lo distingue dallo sfondo.
Il mobile della cucina è progettato su misura per ottimizzare lo spazio: chiuso è una madia a servizio della zona giorno, aperto si trasforma in un piano cottura con quattro fuochi e lavello interamente in acciaio, e tavolo da pranzo apribile a ribalta.
La cucina precede la zona pranzo dove il tavolo realizzato in rovere è sottolineato da un corpo illuminante a sospensione; da qui si passa poi alla zona soggiorno con il divano disposto frontalmente ad una parete tripartita parzialmente incassata, realizzata in rovere naturale.
La scala, con i primi quattro gradini realizzati in rovere naturale che fungono da mobile contenitore, dà accesso alla zona notte collocata al primo livello, contenente la camera da letto con affaccio sulla doppia altezza, cabina armadio e bagno.
L’intera zona notte è caratterizzata da un parquet in rovere naturale, ad esclusione del bagno, realizzato in resina grigia. Il soffitto con volte a crociera, viene enfatizzato dall’utilizzo di spot luminosi posizionati all’imposta delle volte. L’elemento di testata del letto, funge da parete divisoria con la cabina armadio.

“Questo luogo era un piccolo laboratorio artigianale dove producevano mattoni in cotto. Progettare una casa minima in un contesto storico è stato per noi un esercizio molto complesso che ha richiesto studio e la meticolosa ricerca di tutti quegli espedienti architettonici utili a recuperare spazio rispettando la forma architettonica originaria”

Projetos relacionados

  • House Zumikon
    sandy brunner Architecture
  • House in a Forest
    Paul Kaloustian Architect
  • Speicherbibliothek - Les archives du future
    Lukas Lenherr Architektur
  • Qingli Hotel
    Elsedesign
  • Linthverwaltung Benken
    Architekturbüro Herbert Bruhin

Revista

Outros projetos por Studio DiDeA

Bistrot Cento61
Palermo
Tritalo
Palermo
Casa A236
Palermo
Muddica
Milano
Casa A157
Palermo
Enoteca Zangaloro
Palermo