Disegno © Paolo Lettieri
Foto © Paolo Lettieri
Foto © Paolo Lettieri
Foto © Paolo Lettieri
Foto © Paolo Lettieri
Foto © Paolo Lettieri
Foto © Paolo Lettieri
Foto © Paolo Lettieri
Foto © Paolo Lettieri
Foto © Paolo Lettieri
Foto © Paolo Lettieri
Visualizzazione © Paolo Lettieri
Visualizzazione © Paolo Lettieri
Disegno © Paolo Lettieri
Disegno © Paolo Lettieri
Foto © Paolo Lettieri

Auditorium VGIK

 Torna alla Lista di Progetti
Indirizzo
Ulitsa Vil'gel'ma Pika, 3, 129226 Mosca, Russia
Anno
2016
Piani
1-5 Piani
Cliente
VGIK University, known as Gerasimov S.A. Institute of Cinematography
Team
Paolo Lettieri, Marcello Brugola, Irina Ivanova, Alessandro Pasini, Andrea Pagnoni, Irina Tibaeva, Vibhor Mukul Sing

UPA Italia ha progettato il primo auditorium ad acustica variabile controllato digitalmente a Mosca.

Il nuovo auditorium della VGIK, l’Istituto di Cinematografia S.A. Gerasimov, la prima Università di Cinematografia al mondo fondata nel 1919 a Mosca è stato costruito all’interno della nuova ala universitaria.

Il progetto degli interni della principale sala multifunzionale da 589 posti, del teatro sperimentale da 250 posti e di 2 sale cinematografiche da 100 posti è stato sviluppato dall’architetto Paolo Lettieri e dal team di Urbanism Planning Architecture Italia e dallo studio di acustica dell'ingegnere Marcello Brugola, entrambi di Milano.
L’università ha richiesto che la sala principale potesse essere usata sia come sala cinematografica, la principale attività dell’università, sia che come teatro e come sala da concerti. L’ulteriore sfida richiesta è stata quella che l’auditorium fosse il migliore di Mosca dal punto di vista acustico, che avesse un design moderno e fortemente riconoscibile e che per le finiture principali fossero utilizzati dei pannelli in legno Topakustik.

La resa acustica di una sala di tali dimensioni che abbia prestazioni ottimali con tempi di rifrazione così differenti non era per niente scontata. Le necessità funzionali imposte dall’Università, come il ponte luci didattico sopra la platea e una sala VIP chiusa per assistere separatamente alle proiezioni e agli spettacoli, e le soluzioni tecniche imposte dalla rigida normativa antincendi hanno complicato ulteriormente lo scenario.

La soluzione ottimale acustica ed estetica è stata trovata modellando il soffitto in pannelli di legno con forme rotonde parzialmente riflettenti, efficaci per controllare le riflessioni sonore non volute e ingegnerizzando un innovativo sistema a pannelli rotanti sulle pareti della sala. Il sistema a pannelli rotanti controllati via software consente di variare l’acustica della sala, passando da una situazione di assorbimento sonoro tipico delle sale cinema, ad una situazione dove le pareti riflettono il suono come in una sala da concerto e un teatro.

Le pareti della sala a sono state realizzate con pannelli con telai in legno ricoperti stoffa tesata Trevira e riempiti con imbottitura assorbente in ovatta; alcuni di questi pannelli possono ruotare su se stessi di 180° così da poter cambiare l’acustica della sala: il lato in stoffa tesata per l’uso cinematografico mentre il lato con la faccia in pannelli di legno per l’uso concertistico e teatrale delle sala.

Il controsoffitto curvo, altro punto focale del progetto, è stato disegnato e realizzato con pannelli Topakustik montati su centine calandrate curvate con geometria fissa di 5 metri di raggio. Questo è il primo progetto dove si utilizza la tecnica dei pannelli in Topakustik curvati su tali dimensioni. Il controsoffitto è stato disegnato con forme curve per poter controllare le riflessioni delle onde sonore, così da avere un'acustica ottimale in tutti i posti della sala. Le luci, le bocchette di aerazione e i terminali degli impianti sprinkler sono stati inseriti in tagli orizzontali nel controsoffitto, così da dare un disegno unitario agli elementi tecnologici.

Sopra la parte retrostante della platea sono presenti la sala di proiezione, la sala di regia ed una speciale sala privata per assistere alle proiezioni cinematografiche. È infine presente, per esigenze didattiche, un importante ponte luci sopra il controsoffitto con luci a comando manuale. Il sistema audio video è stato integrato con il Sistema luci della sala con il protocollo DMX.

La sala ad acustica variabile, dopo vari stop durante la costruzione, è infine stata inaugurata dal Presidente Russo Putin e in poco tempo è divenuta la sede ideale per molti festival ed eventi artistici nella capitale Russa sia per le sue qualità acustiche sia per la flessibilità di uso e per il riconoscibile design contemporaneo.

Altri progetti di Urbanism Planning Architecture Italia

Progetto Mixed Use
Abu Dhabi, United Arab Emirates
Ospedale Materno Infantile di Al Qassimi
Sharjah, United Arab Emirates
Villa ad Abu Dhabi
Abu Dhabi, United Arab Emirates
Abu Dhabi Ladies Club
Abu Dhabi, United Arab Emirates
Torre per Appartamenti e Residence AD Amman
Amman, Jordan
Campus Universitario Sostenible di Al Qasim
Al Qasim, Iraq