Tritalo

Palermo
Foto © Studio DiDeA
Foto © Studio DiDeA
Foto © Studio DiDeA
Foto © Studio DiDeA
Foto © Studio DiDeA
Foto © Studio DiDeA
Foto © Studio DiDeA
Foto © Studio DiDeA
Foto © Studio DiDeA
Foto © Studio DiDeA
Foto © Studio DiDeA
Architetti
Studio DiDeA
Anno
2017
Costo
Non dichiarato
Piani
1-5 Piani
Cliente
Tritalo s.r.l.
Team
Nicola Andò, Giuseppe De Lisi, Alfonso Riccio, Emanuela di Gaetano, Gianluca Puccio, Andrea Collodoro

Lo studio DiDeA ha concluso il progetto di Tritalo, una hamburgeria gourmet nel centro di Palermo.

L’intervento nasce dalla trasformazione una boutique e si inserisce in uno spazio particolarmente contenuto di 38 mq distribuiti in lunghezza - ma reso speciale dallo svelamento, durante i lavori di demolizione di due volte affrescate risalenti alla fine del diciannovesimo secolo
“ L’eliminazione di una serie di controsoffittature stratificate nel tempo, ci ha permesso di includere nel progetto un elemento inatteso come gli affreschi che ora sono perfettamente visibili e caratterizzanti il locale. “ spiegano gli architetti.

Data la superficie piuttosto ristretta e al contrario i soffitti molto alti del locale , DiDeA ha progettato ed inserito una struttura che contenesse tutti i servizi - il bancone, la cucina, oltre ai bagni privati e pubblici - e non interferisse con i soffitti voltati, in modo da sfruttare ed esaltare al meglio lo spazio

Per conferire calda unitarietà all’ambiente, DiDeA ha scelto la cromaticità del golden rose, che esalta l’elegante minimalismo del locale.
“Abbiamo voluto un progetto che incontrasse le esigenze del cliente e si differenziasse formalmente dallo stile industriale di molti bistrot, e che trovasse in una precisa matericità il proprio carattere”, continuano gli architetti.

Il volume è reso leggero dalla struttura aperta e sospesa che definisce il bancone, illuminato dall’alto da semplici lampadine appese. La parte inferiore in legno posato con un rivestimento postao a spina di pesce e verniciato bianco enfatizza la luminosità quasi abbagliante del locale, in continuità cromatica con il gres porcellanato bianco latte scelto per il pavimento.
Il ferro golden rose è insieme la materia e la sfumatura di ogni dettaglio del progetto : segna la geometria , riveste il piano del bancone e dell’ulteriore appoggio ad esso simmetrico che affaccia sulla vetrina, e diventa tubolare poggiapiedi, oltre a tornare nei lampadari sferici e nelle maniglie dei bagni; semplici sgabelli in ferro bianco fungono da sedute.

Progetti collegati

  • Hotel Restaurant Schifflände, Birrwil
    LIGNO in-Raum AG
  • Zoo-Restaurant Pantanal
    Decoris Interior Design Zürich - Innenarchitektur Zürich am Zürichberg
  • Mövenpick Hotel Egerkingen - Lobby + Restaurant + Caffé-Bar
    Decoris Interior Design Zürich - Innenarchitektur Zürich am Zürichberg
  • Mövenpick Hotel Regensdorf - Restaurant
    Decoris Interior Design Zürich - Innenarchitektur Zürich am Zürichberg
  • Liegenschaft Eber
    Atelier M Architekten

Rivista

Altri progetti di Studio DiDeA

Bistrot Cento61
Palermo
Existenz Minimum Casa A223
Palermo
Casa A236
Palermo
Muddica
Milano
Casa A157
Palermo
Enoteca Zangaloro
Palermo