Relais Ca’ Sabbioni

Venezia, Italy
Street View
Foto © Cristian Guizzo
 
 
Villa View from the Courtyard
Foto © Cristian Guizzo
 
 
Entrance
Foto © Cristian Guizzo
 
 
Lobby
Foto © Cristian Guizzo
 
 
Reception
Foto © Cristian Guizzo
 
 
Interior
Foto © Cristian Guizzo
 
 
Room
Foto © Cristian Guizzo
 
 
Junior Suite
Foto © Cristian Guizzo
 
 
Executive
Foto © Cristian Guizzo
 
 
Suite
Foto © Cristian Guizzo
 
 
Architects
FPA Franzina + Partners Architettura
Anno
2012
Costo
100K - 1M
Piani
1-5 Piani


La richiesta della committenza è stata quella di redigere il progetto per un hotel cinque stelle, un Relais Gourmand con la duplice attenzione sull'aspetto dell'ospitalità, in una location esclusiva, e sulla qualità di cibo e vino, prediligendo prodotti locali.

 


Il progetto degli interni di Relais Ca’ Sabbioni si pone l'obiettivo di valorizzare un contesto storico e paesaggistico di grande valore. L'interior design vuole essere riconoscibile per l'uso di forme e materiali contemporanei ma cromaticamente affini al contesto antico. 

 


L'uso tradizionale della luce è stato ridotto al minimo. La scelta progettuale è stata quella di integrare la luce al progetto degli interni: strisce luminose e punti luce sottolineano e modellano lo spazio e le curve degli arredi.

 


La tradizionale distribuzione degli spazi è stata rispettata senza sacrificare il comfort e le necessità dell'abitare contemporaneo. In particolare, trattandosi di una sistemazione esclusiva, è stata posta grande attenzione allo studio di forme e materiali, per realizzare spazi di qualità. 

 


I nuovi materiali sono stati selezionati per creare un continuum cromatico con i materiali preesistenti. 


Il tradizionale pavimento in “terrazzo veneziano” identifica il grande salone passante al piano terra dove un contemporaneo nastro in acciaio corten si muove nello spazio guidando gli ospiti attraverso la hall fino alla reception. 

 


Nuove teche in vetro dalle forme minimaliste espongono le tradizionali trasparenze barocche dei vetri veneziani artigianali.


I nuovi materiali e le nuove forme differiscono molto dai precedenti non solo per aspetto e tessitura ma anche per le volumetrie pure e le scelte minimaliste.


Così come l'acciaio e il vetro, la luce è stata utilizzata come un vero e proprio materiale costruttivo: la luce è in grado di modellare lo spazio e gli elementi di arredo, seguendo e valorizzando le forme. E' stata utilizzata anche come veicolo di comunicazione, sia per segnare percorsi e direzioni all'interno dell'hotel che per identificare le funzioni delle varie stanze.