Recupero dell'area Ex Fornace per la realizzazione di una scuola media, un teatro ed una palazzina a uffici

Riccione, Rimini
Disegno © Pietro Carlo Pellegrini
Visualizzazione © Pietro Carlo Pellegrini
Visualizzazione © Pietro Carlo Pellegrini
Visualizzazione © Pietro Carlo Pellegrini
Visualizzazione © Pietro Carlo Pellegrini
Visualizzazione © Pietro Carlo Pellegrini
Visualizzazione © Pietro Carlo Pellegrini
Visualizzazione © Pietro Carlo Pellegrini
Visualizzazione © Pietro Carlo Pellegrini
Visualizzazione © Pietro Carlo Pellegrini
Architetti
Pietro Carlo Pellegrini Architetto
Anno
2010
Costo
Non dichiarato
Piani
Non dichiarato

Il progetto riguarda il recupero della ex-Fornace di Riccione, costruito nel 1908 e dismesso nel 1970.

Le vecchie destinazioni lasciano posto alle nuove, sfruttando le possibilità spaziali dei vecchi corpi di fabbrica, che mantengono così le loro forme, memoria storica del luogo: nei corpi di fabbrica troveranno posto una Scuola Media, un Teatro multifunzionale, una sede ad Uffici, oltre alla sistemazione degli spazi esterni.

Il progetto ha l’obiettivo di  ridurre al minimo l’impatto ambientale e per questo è stata privilegiata la sostituzione di edifici preesistenti con nuove realizzazioni di altissima efficienza energetica, senza l’occupazione di ulteriori superfici.

Il proposito progettuale è di creare volumi architettonici semplici e riconoscibili, uniformando forme, materiali e colori, reinterpretando gli aspetti storici delle preesistenze archeologiche alla luce della contemporaneità; seguendo un processo di addizione mai concluso, il progetto aspira ad una certa continuità con la storia non tanto in termini stilistici, quanto per la sintassi compositiva, consentendo la trasformazione dell'uso delle opere nel tempo, senza che queste perdano la loro identità. Da qui il confronto dialettico tra il mattone recuperato e la nuova pelle in laterizio, tra la vecchia ciminiera e quella simbolica ecocompatibile.

La scuola media è composta da un corpo ad un piano e da un altro, con questo collegato, di due piani fuori terra. Le aule sono servite da un corridoio centrale; l’amministrazione, l’aula professori, la biblioteca sono divise dall’area della palestra dal volume a tutta altezza dei collegamenti verticali. L'intervento è improntato, da un lato, al recupero e alla valorizzazione degli elementi murari in laterizio esistenti e, dall'altro, a differenziare il nuovo dall'esistente, mantenendo una coerenza compositiva nel complesso dell'intervento.

Esternamente con i brise soleil di cotto si utilizza un materiale tradizionale in una forma innovativa portando coerenza e differenziazione nell'intervento. La copertura dei corpi scuola viene affidata a capriate metalliche di tipo Polonceau; sopra la palestra una terrazza viene racchiusa dal sistema brise solei in trasparenza creando uniformità con il corpo scuola.

Anche per il teatro il rapporto tra nuovo e costruito viene affrontato con una forte continuità materica, differenziando le forme, rispettando la qualità di archeologia industriale dell’edificio nel suo luogo, in un dialogo tra l’esistente ed il contemporaneo. Il teatro si presenta come blocco monolitico e monumentale, con finestre e aperture ricavate e celate all’interno del sistema di facciata in brise soleil.

La piazza e l’ingresso sono gli elementi architettonici più significativi e di comunicazione. Necessari per gestire i flussi del pubblico, sono una sorta di prolungamento del foyer, un luogo coronato ai lati da due lunghe sedute in pietra serena.

Progetti collegati

  • 3MFH Oberchärns
    Lengacher Emmenegger Partner
  • Haus in Inchigeelagh
    Markus Schietsch Architekten
  • Centre hospitalier 'Klinikum am Wörthersee'
    Dietmar Feichtinger Architectes
  • Passerelle Simone-de-Beauvoir
    Dietmar Feichtinger Architectes
  • Université Krems
    Dietmar Feichtinger Architectes

Rivista

Altri progetti di Pietro Carlo Pellegrini Architetto

Scuola materna, scuola elementare, area verde
Prato Smeraldo, Roma
Riqualificazione del locale Rock Island
Rimini
Centro Studi e Documentazione della Fondazione Lombardia per l'Ambiente
Seveso, Milano
MELAP – Stuttgarter Strasse. Concorso internazionale per la realizzazione di edifici residenziali
Oberndorf am Neckar, Germania
Memoriale Giuseppe Garibaldi
Caprera, La Maddalena, Olbia-Tempio
Museo Storico della Resistenza
Sant'Anna di Stazzema, Lucca