Muddica

Milano
Entrata
Foto © Studio DiDeA
Foto © Studio DiDeA
Il progetto sceglie materiali intensi come il legno, il metallo mattoni a vista e gres, che caratterizzano l’intero locale, creando un’atmosfera calda ed informale.
Foto © Studio DiDeA
Foto © Studio DiDeA
Foto © Studio DiDeA
vista dal bancone
Foto © Studio DiDeA
Tre tavolini dotati di ruote scorrono lungo un binario in ferro. Una serie di sgabelli alti in ferro nero completano questo primo ambiente, dedicato a consumazioni veloci.
Foto © Studio DiDeA
la sala riservata alla cena
Foto © Studio DiDeA
nel muro portante in mattoni rossi è stato ricavato l'arco che da accesso alla sala per la cena
Foto © Studio DiDeA
Architetti
Studio DiDeA
Anno
2015
Costo
Non dichiarato
Piani
1-5 Piani
Cliente
Adriano Egitto

Quella che una volta era una sartoria in zona Porta Romana viene trasformata dallo studio siciliano DiDeA nel bistrot ‘Muddica’ dall’atmosfera informale, dove gustare e acquistare le eccellenze gastronomiche siciliane.
Nonostante la metratura contenuta di 50 metri quadrati del locale, gli architetti sono stati capaci di interpretare la richiesta del committente di avere uno spazio a doppia funzione, creando due fasce orizzontali : la parte bassa dedicata alla degustazione, la parte alta all’esposizione dei prodotti su scaffalature.
L’ingresso è definito da un grande bancone in legno e ferro; sul lato opposto, tre tavolini dotati di ruote scorrono lungo un binario in ferro. Una serie di sgabelli alti in ferro nero completano questo primo ambiente, dedicato a consumazioni veloci.
Particolare attenzione agli elementi materici è stata dedicata anche in fase di smantellamento, quando durante i lavori di ristrutturazione sono emersi e quindi mantenuti a vista i soffitti originali in legno, e un muro portante in mattoni rossi nel quale è stato ricavato l’arco che apre sulla sala successiva, riservata alla cena.
Anche qui l’ambiente è caratterizzato dall’uso dei due materiali predominanti, il legno e il ferro che si incontrano ancora negli arredi - sedie e tavoli- tutti disegnati su misura dallo studio e realizzati da artigiani siciliani.
Le finiture giocano su contrasti cromatici : in tutto il locale il pavimento è in mattonelle esagonali di gres grigio.
Sulla parete del retro bancone, piastrelle vintage bianche danno continuità alle pareti chiare del locale, ed enfatizzano il nero delle scaffalature in ferro.
Le scaffalature fungono anche da supporto a lampade applicate in diversi punti ed orientabili.

Progetti collegati

  • Jin Bar, Mandarin Oriental
    Ronald Lu & Partners
  • Quartier Bérée Lausanne
    Giovanoli-Mozer architectes
  • Enoteca Zangaloro
    Studio DiDeA
  • Fiches Nord FLCL
    Giovanoli-Mozer architectes
  • Cafe Bar Celona
    Peters + Winter Landschaftsarchitekten

Rivista

Altri progetti di Studio DiDeA

Bistrot Cento61
Palermo
Existenz Minimum Casa A223
Palermo
Tritalo
Palermo
Casa A236
Palermo
Casa A157
Palermo
Enoteca Zangaloro
Palermo