FOROF

Rome
Foto © Flavia Rossi
Foto © Flavia Rossi
Foto © Flavia Rossi
Foto © Flavia Rossi
Foto © Flavia Rossi
Foto © Flavia Rossi
Foto © Flavia Rossi
Foto © Flavia Rossi
Foto © Flavia Rossi
Foto © Flavia Rossi
Foto © Flavia Rossi
Foto © Flavia Rossi
Foto © Flavia Rossi
Foto © Flavia Rossi
Foto © Flavia Rossi
Foto © Flavia Rossi
Foto © Flavia Rossi
Foto © Flavia Rossi
Foto © Flavia Rossi
Foto © Flavia Rossi
Foto © Flavia Rossi
Foto © Flavia Rossi
Foto © Flavia Rossi
Foto © Flavia Rossi
Foto © Flavia Rossi
Foto © Flavia Rossi
Fotografi di Architettura
Flavia Rossi
Sede
Piazza del Foro Traiano 1, Rome
Anno
2021
Cliente
IT'S, Giovanna Caruso Fendi

IT’S studio firma il progetto architettonico di FOROF, la nuova realtà culturale negli spazi di Palazzo Roccagiovine ai Fori Imperiali a Roma, promossa da Giovanna Caruso Fendi.
Prima realtà in città a proporre in modo permanente il binomio arte contemporanea/archeologia come parte strutturale della sua identità , FOROF è concepito come un luogo rigenerativo e di rinascita, di aggregazione e scambio, dove dare origine a progetti ed esperienze immersive con la regia di artisti internazionali.
L’immobile è immerso nel cuore della Roma antica ed articolato su due livelli, un piano terra con ingresso su Foro Traiano, e un piano ipogeo a cui si accede tramite una scala interna: un contesto archeologico straordinario fortemente percepito tramite grandi aperture vetrate che affacciano sulla Basilica Ulpia e sulla Colonna Traiana.
Pur con l’intento di restituire una forte identità architettonica allo spazio, l’approccio progettuale seguito dallo studio IT’S è stato dunque necessariamente discreto, sviluppato secondo operazioni basate principalmente sull’uso della materia e della luce, ed articolato attraverso una sequenza di minime variazioni: i colori neutri scelti per le pareti e le volte variano da una stanza all’altra per enfatizzare il rapporto con la luce naturale, progressivamente sostituita da quella artificiale.
La scelta del pavimento continuo in cocciopesto preparato con l’antica lavorazione romana, è un omaggio alle tradizioni dell’antichità.
Il lighting design è stato curato dallo studio barcellonese Artec3, e prevede l’adattamento dell’illuminazione in funzione della dimensione, delle forme e delle tonalità di ogni ambiente.
“ L’obiettivo del progetto, calato in un luogo cosi denso di storia, è stato di creare per il visitatore un percorso attraverso uno spazio minimale, quasi silenzioso e caratterizzato da leggere variazioni, che prepara alla grande esperienza emozionale dello spazio archeologico del piano interrato “ spiega Paolo Mezzalama, fondatore di IT’S.

Progetti collegati

  • Gebäudeadaptierungen Rathausbereich - Zwentendorf
    maul-architekten zt gmbh
  • FON - Wohnbau und Kindergarten Fontanastraße
    GERNER GERNER PLUS
  • GOLD - Wohnbau Goldberg
    GERNER GERNER PLUS
  • BENE - Wohnbau Benedikt
    GERNER GERNER PLUS
  • PUCH - Wohnbau Puchsbaumgasse
    GERNER GERNER PLUS

Rivista

Altri progetti di Flavia Rossi

Biennale Architettura 2021
Cinema Troisi
Roma
Quattro Spazi di Studio Traccia
Rome