Case Archea sul Lago Maggiore in vendita sulla piattaforma di crowdfunding Walliance

Paola Pierotti, PPAN
22. luglio 2019
Render del progetto, foto tratta da walliance.eu

Architettura di qualità che crea valore per il real estate. Recupero di un’area industriale. Bellezza del paesaggio. Stile di vita: immersi nella natura ma anche a un’ora da Milano centro.

La piattaforma Walliance, la prima di equity crowdfunding per il mercato immobiliare attiva dalla fine del 2017, sta promuovendo la vendita di un progetto immobiliare situato sulla riva lombarda del Lago Maggiore. Siamo nel borgo storico di Laveno Mombello, in provincia di Varese, lo sviluppatore immobiliare è Pohl Immobilien, l’architettura è dello studio Archea di Firenze, il cantiere è già partito.

Walliance è una piattaforma dove investitori, piccole e medie imprese e privati si incontrano. Si può dare un contributo a partire da 500 euro per partecipare a progetti che per molti sarebbero inaccessibili. Pohl Immobilien è il developer che, tramite la stessa Walliance, ha già concluso con successo due raccolte di capitale per due progetti in Alto Adige, Apfelanger (100% venduto) e Antonianum (73% venduto). «Il crowdfunding è uno strumento innovativo per finanziare il real estate. Interessante in un mondo in cui la finanza tradizionale spesso non ha tutte le risposte che devono porsi gli imprenditori immobiliari» spiega Hans Martin Pohl. 

Render degli spazi comuni, foto tratta da walliance.eu

Il complesso residenziale ora in vendita è parte di un’operazione nata dall’idea di recuperare l’area dell’ex stabilimento di ceramiche che ha reso Laveno Mombello famoso in tutto il mondo. Sarà immerso in un nuovo parco progettato dai paesaggisti inglesi Gustafson & Porter e lo spazio all’aperto sarà protagonista, garantendo un’alta qualità della vita. Cinque i lotti, due ultimati compresi un albergo e un boutique hotel (firmati da One Works e Cino Zucchi Architetti) e tre da realizzare. 
Operazione immobiliare iniziata già nel 2006 con la selezione dei progettisti. «Dopo il successo della vendita delle oltre 60 unità dei primi due lotti realizzati dalla precedente proprietà – spiegano da Walliance - la nuova operazione (Pohl Immobilien ha recentemente acquisito l’iniziativa da un fondo, ndr) prevede la costruzione di tre nuovi lotti residenziali già in fase di commercializzazione e richiede una raccolta di equity pari a 1,5 milioni, stimando un ROI lordo complessivo per gli investitori del 30,81% su un periodo di circa 3,3 anni». In una settimana sono stati raccolti più di 300mila euro con oltre 70 investitori coinvolti. Di fatto quindi un ticket di investimento medio che supera i 4mila euro, per investitore. Questa operazione ha una durata massima stimata in 40 mesi e, se le vendite sul lotto Archea si concludessero entro 24 mesi, il Gruppo Pohl potrà riconoscere entro tale termine l'exit a tutti gli investitori ad un ROI lordo fisso annualizzato del 9,24%. 

Render di un interno, foto tratta da walliance.eu

L’architettura incontra la finanza e la qualità estetica viene pesata anche con altri criteri. "Come faccio a capire se un bel progetto, sviluppato da un’ottima azienda, è anche un buon progetto?" provocano con la comunicazione da Walliance. “Grazie ad una partnership con EY sono stati messi a fuoco 11 parametri di valutazione, tutti specifici e focalizzati sul mercato immobiliare (si va dall’interesse di mercato alla coerenza delle superfici, dalle condizioni di mercato ai tempi e ricavi), e nel caso di Laveno il rating è stato calcolato di 4 punti su 5”. 

Articoli relazionati

Altri articoli in questa categoria